Piazza Bellini e i suoi piccoli tesori

Nella piazza alle spalle di piazza delle Vergogne si trova la piazza Bellini, con le famose chiese praticamente di fronte la Chiesa di S. Maria dell’Ammiraglio e la Chiesa di S. Cataldo), e l’ingresso laterale che dà su Piazza Pretoria (di fronte alla Fontana Pretoria e accanto al Palazzo di Città), si trova la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto, una delle più ricche e decorate di tutta la città. Di quest’ultima è stato ultimato il restauro nel maggio 2016 e vale la pena visitarla in quanto una delle più ricche e decorate della città, in perfetto stile barocco. Molto belli gli annessi Chiostro ed il Convento, visitabili pagando un ticket ulteriore.

Infatti, per volontà dell’Arcidiocesi di Palermo e della Soprintendenza, con la fondamentale gestione di una cooperativa ( Pulcherrima Res), l’edificio ha aperto le porte in veste di polo museale, con la peculiarità di raccontarsi al pubblico come cantiere aperto, in divenire (analogamente a quanto succede a Palazzo Butera.

DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE CON BIMBI: Adiacente alla Chiesa di Santa Caterina ( si entra da una porticina accanto alla scalinata della Chiesa e si sale al primo piano) è stata di recente aperta, o riaperta, una pasticceria che reinterpreta le antiche ricette delle suore del Convento di Santa Caterina, chiamata “ I Segreti del Chiostro”, aperta ogni giorno dalle 10 alle 18. Troverete tutto il repertorio dei dolci palermitani e siciliani tradizionali, i vostri bimbi (ma non solo loro !) si leccheranno i baffi!Attenzione per chi va con bimbi piccoli: sia alla chiesa che alla pasticceria si accede tramite scale: fornitevi di fascia o marsupio, sarà decisamente meglio che sollevare il passeggino per tutte le scalinate o tenere in braccio i bimbi con rischio di brutte cadute!

Di fronte Piazza Bellini, dall’altra parte di Via Maqueda, si trova la Via Rua Formaggi, che vi porterà dritti dentro il quartiere dell’Albergheria ed il mercato di Ballarò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *